Passione per il dettaglio

1948

Ciò che caratterizza ogni prodotto e ogni azienda è la caratterizzazione di ogni singola creazione. Soprattutto nel classico sono i piccoli dettagli a fare la differenza. Chi sceglie, come noi di proporre l’arte del passato, è molto sensibile alle diversità nelle tematiche proposte durante il corso dei secoli.

La nostra storia lunga 70 anni ci ha permesso di approfondire ogni particolarità riguardante gli stili e ogni nostro modello è sempre realizzato tenendo conto dei dettami stilistici del periodo a cui si riferisce.

Sono tante le differenze tra il Rinascimento, il Seicento e il Barocco, il Barocchetto e l’Ottocento ma la nostra professionalità ed esperienza ci aiuta nella scelta dei progetti e dei prodotti da realizzare.

Soprattutto le piccole differenze tra una cornice e l’altra oppure tra una forma bombata e una diritta, ci fanno capire come e cosa abbinare insieme per arredare un ambiente che sia armonioso e coerente.

Sguardi seducenti

1948

Sguardi riflessi. Sono le specchiere a riflettere ciò che siamo e ciò che ci circonda. Una delle nostre collezioni più ricche raccoglie tanti tipi di specchi, dai più piccoli a quelli di grandi dimensioni per arredare spazi e volumi capienti.

Ogni tipologia di specchio è legata ad uno stile preciso e talvolta ad una funzione, come raddoppiare lo spazio intorno, oppure puramente decorativa come per i piccoli specchi che spesso vengono assemblati insieme, con forme diverse per arredare una parete.

Vengono realizzati in tutte le finiture che proponiamo nel campionario, quindi hanno il vantaggio di coordinare tutti gli elementi che compongono l’ambiente. Sorprendente la varietà di forme che comprendono dalle forme perfette del quadrato e del cerchio, alle più comuni rettangolari e ovali fino a quelle dalle forme irregolari oppure originali.

Ognuna si adatta allo stile classico e agli spazi più diversi dalla zona notte alla zona giorno. Trovano anche un largo utilizzo nel contract, negli spazi comuni e nelle camere di alberghi.

Il fascino dei decori

1948

Antichi gesti si ripetono ogni giorno, come un rassicurante rito, perfezionato nel corso dei secoli dall’abilità di maestranze specializzate nella decorazione.

Una specializzazione, quella del decoratore, che ha radici nella tipicità fiorentina della lavorazione su legno impreziosito da festoni, elementi floreali e ornamenti ripresi da stili in voga in radiosi e fertili momenti del passato.

Uno dei momenti più delicati riguarda la stesura dei colori. Sul mobile o complemento di arredo, orami finito, si procede con il disegno del motivo, simbolo o decoro, attraverso un processo che vede trasporre sulla superficie un sottile segno che ne rappresenta la struttura portante. La pittura avviene con la preparazione di colori naturali e del riempimento del disegno in varie fasi, dipendenti dalla quantità dei colori che compongono il decoro, facendo particolare attenzione a non cancellare il segno sottostante.

Il metodo è quello usato dai grandi del Rinascimento e ancora prima, quando, era indispensabile pitturare grandi superfici su cui non era possibile lavorare poggiando la mano e il braccio sul colore fresco.

Preziose visioni all’Hotel Porta Faenza di Firenze

1948

Un’importante attualizzazione è in atto da qualche tempo all’Hotel Porta Faenza di Firenze che ci ha selezionato come partner per quanto riguarda la realizzazione degli arredi.

Una collaborazione nata grazie alla scelta di caratterizzare la struttura alberghiera con i prodotti nel nostro inconfondibile stile classico. Con queste caratteristiche abbiamo arredato camere e suite.

Per le camere sono state scelte delle tonalità sull’azzurro intenso e avorio profondo in diverse sfumature, sia per quanto riguarda il colore delle pareti, con una duale colorazione avorio e bianco antico, che per il tessile. Mentre per la cornice delle testate è stato deciso per il classico e intramontabile oro coniugato con i colori dominanti della stanza, influenzati talvolta dagli affreschi al soffitto.

La forza del blu e dei toni caldi del beige uniti all’oro degli intagli che definiscono la testata con i suoi drappeggi, lo specchio, i mobili come i comodini, la scrivania, l’armadio e le sedute, tutte con gli accostamenti avorio e oro, infondono una particolare atmosfera inconfondibile. Come una visione unica e preziosa.

Hotel Bernini Palace. L’unione di due storie leggendarie

1948

Il lusso esclusivo del Bernini Palace incontra la sapienza antica e la lunga storia delle creazioni Cafissi

Due sfere delle attività fiorentine storiche si uniscono in questo progetto comune. Hotel Bernini Palace e Cafissi 1948. Due realtà legate da una lunga storia di successo, un legame forte con la città e sempre alla ricerca di qualità e perfezione.

Per questo lussuoso hotel 5 stelle di Firenze, posizionato in un Palazzo del XV secolo, dietro a Piazza della Signoria e alla Galleria degli Uffizi abbiamo progettato un ambiente in perfetta armonia con la classicità degli ambienti e del nostro modo di arredare influenzato dalla tipica arte fiorentina.

La realizzazione dei nuovi arredi sarà distribuita fra questo anno e il prossimo. Adesso abbiamo appena ultimato la sistemazione della hall, del bar e degli spazi comuni. Per noi è una grande soddisfazione e motivo di orgoglio.

Una residenza storica al Piazzale Michelangelo

1948

L’Art Hotel Villa Agape a Firenze è il simbolo della bellezza rinascimentale

A due passi dal Piazzale Michelangelo, vicino all’osservatorio di Arcetri a Firenze, si trova l’Art Hotel Villa Agape, già Villa Arrighetti, un tempo proprietà della Duchessa d’Aosta.

Nel 1469 la Villa apparteneva a Bartolommeo di Matteo e nel corso degli anni cambiò proprietari varie volte fino al 1602 quando Giuliano di Filippo Arrighetti, le dette il suo nome.

Tra i discendenti Arrighetti, si distinse Andrea, senatore di Ferdinando II, studioso, letterato, accademico della Crusca, discepolo e amico di Galileo Galilei.

Villa Agape, dagli scorci panoramici unici, vicinissima al cuore storico della città rinascimentale, è finemente arredata in perfetto stile fiorentino. Già in passato avevamo avuto l’onore di essere selezionati per la realizzazione delle ampie e lussuose camere.

Adesso a completare il progetto di rinnovo dei locali siamo intervenuti negli ambienti comuni, selezionando per questa dimora dalla storia medioevale, dei mobili dal gusto classico e sobrio. Il colore dominante è stato scelto un colore caldo che varia dal rosa al bordeaux.

Ecco alcune immagini dove l’ambiente è valorizzato dai colori e dall’arredo in sintonia con il grande camino e la forte struttura architettonica.

CAFISSI 1948

Via Livorno 8/5

50142 Firenze

Tel. +39 055 73 27 273

info@cafissi1948.com

© 2019 Cafissi 1948. All rights reserved. P IVA 04407950486